Sammlung der Entscheidungen des Schweizerischen Bundesgerichts
Collection des arrêts du Tribunal fédéral suisse
Raccolta delle decisioni del Tribunale federale svizzero

II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 5A.556/2010
Zurück zum Index II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 2010
Retour à l'indice II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 2010


Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal

{T 0/2}
5A_556/2010

Sentenza del 18 agosto 2010
II Corte di diritto civile

Composizione
Giudice federale Escher, Giudice presidente,
Cancelliere Piatti.

Partecipanti al procedimento
A.________,
ricorrente,

contro

B.________,
patrocinata dall'avv. Matteo Quadranti,
opponente.

Oggetto
diritto di visita,

ricorso contro il decreto supercautelare emanato
dal Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord
il 12 luglio 2010.

Considerando:
che il 12 luglio 2010 il Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord ha
respinto in via supercautelare l'istanza con cui A.________ ha chiesto di
trascorrere 3 settimane di vacanze con la figlia C.________ affidata alla madre
B.________;
che A.________ ha impugnato tale decisione con un ricorso in materia
costituzionale, consegnato alla posta il 12 agosto 2010, in cui ha pure chiesto
di essere posto al beneficio dell'assistenza giudiziaria;
che le decisioni in materia di relazioni personali con la prole vengono emanate
in cause civili senza valore pecuniario e sono unicamente suscettive di un
ricorso in materia civile;
che con un ricorso in materia civile possono, per quanto qui interessa, solo
essere impugnate decisioni di ultima istanza cantonale (art. 75 cpv. 1 LTF),
motivo per cui il ricorrente deve aver esaurito tutti i rimedi cantonali
(Messaggio concernente la revisione totale dell'organizzazione giudiziaria
federale del 28 febbraio 2001, FF 2001 3868 n. 4.1.3.1);
che, come già sotto l'egida della legge federale sull'organizzazione
giudiziaria (OG), la nozione di "rimedio cantonale" include tutte le vie di
diritto atte ad annullare il pregiudizio allegato e di natura tale da obbligare
l'autorità adita a statuire (sentenza 5A_625/2008 del 27 luglio 2009 consid.
3.2, in RtiD 2010 I pag. 691; v. con riferimento all'OG DTF 120 Ia 61 consid.
1a);
che la possibilità concessa dall'art. 379 cpv. 2 CPC/TI di chiedere al Pretore
entro 10 giorni con istanza scritta la revoca o la modifica previo
contraddittorio del decreto supercautelare contestato rientra in questa
categoria (sentenza 5A_625/2008 del 27 luglio 2009 consid. 3.3.2, in RtiD 2010
I pag. 692);
che la decisione emanata dal Pretore dopo il contraddittorio può poi essere
impugnata al Tribunale di appello del Cantone Ticino (art. 382 cpv. 1 CPC/TI);
che in queste circostanze il gravame non risulta diretto contro una decisione
cantonale emanata dall'ultima istanza cantonale ai sensi dell'art. 75 cpv. 1
LTF;

che il ricorso si appalesa quindi di primo acchito manifestamente inammissibile
e può essere deciso nella procedura semplificata di cui all'art. 108 cpv. 1
lett. a LTF;
che in queste circostanze la domanda di assistenza giudiziaria dev'essere
respinta, per mancanza di possibilità di esito favorevole del ricorso,
indipendentemente dalla pretesa indigenza del ricorrente (art. 64 cpv. 1 e 2
LTF);

che le spese giudiziarie seguono la soccombenza (art. 66 cpv. 1 LTF);

per questi motivi, la Giudice presidente pronuncia:

1.
Il ricorso è inammissibile.

2.
La domanda di assistenza giudiziaria del ricorrente è respinta.

3.
Le spese giudiziarie di fr. 700.-- sono poste a carico del ricorrente.

4.
Comunicazione alle parti e al Pretore della Giurisdizione di Mendrisio-Nord.

Losanna, 18 agosto 2010

In nome della II Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
La Giudice presidente: Il Cancelliere:

Escher Piatti