Sammlung der Entscheidungen des Schweizerischen Bundesgerichts
Collection des arrêts du Tribunal fédéral suisse
Raccolta delle decisioni del Tribunale federale svizzero

Schuldbetreibungs- und Konkurskammer 7B.213/2005
Zurück zum Index Schuldbetreibungs- und Konkurskammer 2005
Retour à l'indice Schuldbetreibungs- und Konkurskammer 2005


7B.213/2005 /viz

Sentenza dell'11 novembre 2005 Camera delle esecuzioni e dei fallimenti

Giudici federali Hohl, presidente,
Meyer, Marazzi,
cancelliere Piatti.

A. ________,
ricorrente,

contro

Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello del Cantone Ticino,
quale autorità di vigilanza, via Pretorio 16, 6901 Lugano.

stato di riparto,

ricorso LEF contro la decisione emanata il
27 settembre 2005 dalla Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale
d'appello del Cantone Ticino, quale autorità di vigilanza.

Ritenuto in fatto e considerando in diritto:

1.
La Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello del Cantone
Ticino, quale autorità di vigilanza, ha respinto, in quanto ricevibile, un
ricorso presentato da A.________ contro lo stato di riparto allestito nel suo
fallimento. L'autorità di vigilanza ha fra l'altro rilevato che, salvo casi
eccezionali non ricorrenti e fatta salva la facoltà di insinuare nuovi
crediti fino alla chiusura del fallimento, la graduatoria cresciuta in
giudicato non può più essere modificata in sede di riparto. Per questo motivo
ha ritenuto in ogni caso tardive le censure del ricorrente relative alle
insinuazioni dei coniugi B.________, atteso che queste corrispondono
esattamente a quelle riportate nella graduatoria.

2.
Con scritto 6 ottobre 2005 A.________ dichiara di ricorrere contro la
decisione della Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello del
Cantone Ticino e afferma di aver stipulato con i coniugi B.________ un
contratto (che allega), con cui questi si obbligavano a versare fr. 80'000.--
per l'inventario di un albergo. Sostiene che i predetti coniugi non hanno
"mai ossequiato" l'impegno assunto e di essersi trasferito nei Grigioni per
non doverli più incontrare giornalmente. Aggiunge di essere stato invitato
una sola volta nei locali dell'Ufficio di esecuzione e fallimenti di Locarno
e di essersi trovato di fronte all'avvocato dei coniugi B.________. Asserisce
altresì di non essere sotto tutela e che tutte le decisioni sarebbero state
prese a sua insaputa. Termina la sua missiva indicando di rinviare al
mittente lo stato di riparto.

3.
Giusta l'art. 79 cpv. 1 OG, l'atto di ricorso deve indicare le modificazioni
della decisione impugnata che sono proposte, ed esporre in modo conciso le
norme di diritto federale violate dalla decisione e in che consiste la
violazione.
In concreto il ricorso, che non si confronta in alcun modo con gli argomenti
menzionati nella decisione dell'autorità di vigilanza ed è privo di
conclusioni, non soddisfa manifestamente i suddetti requisiti di motivazione
e si rivela quindi di primo acchito inammissibile.

Per questi motivi, la Camera pronuncia:

1.
Il ricorso è inammissibile.

2.
Comunicazione al ricorrente, all'Ufficio di esecuzione e fallimenti di
Locarno e alla Camera di esecuzione e fallimenti del Tribunale d'appello del
Cantone Ticino, quale autorità di vigilanza.

Losanna, 11 novembre 2005

In nome della Camera delle esecuzioni e dei fallimenti
del Tribunale federale svizzero

La presidente:  Il cancelliere: