Sammlung der Entscheidungen des Schweizerischen Bundesgerichts
Collection des arrêts du Tribunal fédéral suisse
Raccolta delle decisioni del Tribunale federale svizzero

I. Sozialrechtliche Abteilung, Beschwerde in öffentlich-rechtlichen Angelegenheiten 8C.302/2007
Zurück zum Index I. Sozialrechtliche Abteilung, Beschwerde in öffentlich-rechtlichen Angelegenheiten 2007
Retour à l'indice I. Sozialrechtliche Abteilung, Beschwerde in öffentlich-rechtlichen Angelegenheiten 2007


Tribunale federale
Tribunal federal

8C_302/2007{T 0/2}

Sentenza del 4 agosto 2008
I Corte di diritto sociale

Composizione
Giudici federali Ursprung, Presidente,
Lustenberger, Frésard,
cancelliere Schäuble.

Parti
Zurigo Compagnia di Assicurazioni SA, 8085 Zurigo,
ricorrente, patrocinata dall'avv. Mattia A. Ferrari, Via A. di Sacco 8, 6501
Bellinzona,

contro

Q.________,
opponente.

Oggetto
Assicurazione contro gli infortuni,

ricorso contro il giudizio del Tribunale delle assicurazioni del Cantone Ticino
del 3 maggio 2007.

Fatti:

A.
Q.________, nato nel 1949, docente di scuola media, in data 7 gennaio 1983 è
rimasto vittima di un infortunio sugli sci a seguito del quale ha riportato la
frattura sottocapitale dell'omero destro. L'assicuratore infortuni, Zurigo
Assicurazioni, ha assunto il caso e ha corrisposto le prestazioni di legge.

Il 5 marzo 1991, giocando a badminton, l'interessato è rimasto vittima di un
ulteriore infortunio, procurandosi la rottura del tendine d'Achille sinistro.
Successivamente sono comparsi disturbi al polso sinistro, dovuti all'uso delle
stampelle. La Zurigo ha riconosciuto la propria responsabilità anche per questo
caso. Alla chiusura della pratica, l'assicurato è stato posto al beneficio di
un'indennità per menomazione dell'integrità del 15% (decisione del 14 luglio
1995, cresciuta in giudicato).

Nell'aprile 2002 l'assicurato ha interpellato la Zurigo, criticandone la
determinazione del grado di menomazione dell'integrità operata nel 1995, la
quale non teneva conto, segnatamente, dei disturbi al polso sinistro. Tramite
il suo legale, egli ha in seguito sollecitato a più riprese una nuova
valutazione della relativa indennità.

B.
Essendo i ripetuti solleciti rimasti senza riscontro scritto da parte della
Zurigo, Q.________ si è aggravato il 26 gennaio 2007 al Tribunale delle
assicurazioni del Cantone Ticino denunciando una situazione di denegata
giustizia. Ha ribadito di non avere ricevuto nessun indennizzo per le lesioni
irreversibili al polso sinistro conseguenti all'infortunio del 5 marzo 1991.

Per pronuncia del 3 maggio 2007, la Corte cantonale ha accolto il ricorso nel
senso che ha fatto ordine alla Zurigo di emanare, senza indugio, una decisione
formale sulle domande formulate dall'assicurato. Secondo il primo giudice
ricorrevano gli estremi per riconoscere in concreto una ritardata giustizia.

C.
Patrocinata dall'avv. Mattia A. Ferrari, la Zurigo ha presentato ricorso al
Tribunale federale, al quale, protestate spese e ripetibili, chiede
l'annullamento del giudizio cantonale.

Protestate spese e ripetibili, Q.________ propone la reiezione del gravame,
mentre l'Ufficio federale della sanità pubblica ha rinunciato a determinarsi.

Diritto:

1.
Il ricorso può essere presentato per violazione del diritto, conformemente a
quanto stabilito dagli art. 95 e 96 LTF. Il Tribunale federale applica
d'ufficio il diritto (art. 106 cpv. 1 LTF). Esso non è vincolato né dagli
argomenti sollevati nel ricorso né dai motivi addotti dall'autorità inferiore;
può dunque accogliere un ricorso per motivi diversi da quelli invocati dalla
parte insorgente e respingerlo adottando un'argomentazione differente da quella
esposta nel giudizio impugnato (DTF 134 I 65 consid. 1.2 pag. 67).

2.
Dalla lettura del gravame cantonale si evince in concreto che le turbe
lamentate dall'assicurato al polso sinistro sono da porre in relazione causale
non già con l'infortunio del 7 gennaio 1983, ma con quello del 5 marzo 1991,
che ha reso necessario l'uso di stampelle. Tale constatazione è confermata
anche dalla relazione 28 febbraio 1992 del dott. L.________, esperto di
medicina infortunistica e assicurativa, intervenuto all'epoca per conto
dell'assicuratrice ricorrente. Ora, con decisione del 14 luglio 1995 la Zurigo
aveva chiuso la pratica relativa all'evento del 5 marzo 1991, assegnando
un'indennità per menomazione dell'integrità del 15%, che, contrariamente a
quanto pretende l'assicurato, teneva pure conto della problematica al polso
sinistro. Benché munito di regolare indicazione dei rimedi di diritto, il
provvedimento è rimasto inimpugnato crescendo in tal modo in giudicato.

3.
A determinate condizioni le autorità amministrative possono riesaminare le
proprie decisioni. Così, l'art. 53 cpv. 2 LPGA dispone che l'assicuratore può
tornare sulle decisioni o sulle decisioni su opposizione formalmente passate in
giudicato se è provato che erano manifestamente errate e se la loro rettifica
ha una notevole importanza. Per costante giurisprudenza, valida anche dopo
l'entrata in vigore, il 1° gennaio 2003, della LPGA, l'amministrazione non può
essere obbligata a procedere a una riconsiderazione in questo senso né
dall'amministrato né dal giudice (DTF 133 V 50 consid. 4.1 pag. 52 con rinvii e
riferimenti alla dottrina). Alla luce di quanto esposto, il giudizio querelato,
che obbliga la Zurigo a emanare una decisione formale sulle domande formulate
dall'assicurato, non può essere tutelato. Ne discende che, in accoglimento del
gravame, la pronuncia stessa dev'essere annullata.

4.
Le spese giudiziarie, che seguono la soccombenza, devono essere poste a carico
dell'opponente (art. 65 e 66 cpv. 1 LTF). Non possono per contro essere
attribuite ripetibili alla Zurigo (art. 68 cpv. 3 LTF).

Per questi motivi, il Tribunale federale pronuncia:

1.
Il ricorso è accolto, la pronuncia querelata del 3 maggio 2007 essendo
annullata.

2.
Le spese giudiziarie di fr. 500.- sono poste a carico dell'opponente.

3.
Non si assegnano ripetibili.

4.
Comunicazione alle parti, al Tribunale delle assicurazioni del Cantone Ticino e
all'Ufficio federale della sanità pubblica.
Lucerna, 4 agosto 2008
In nome della I Corte di diritto sociale
del Tribunale federale svizzero
Il Presidente: p. Il Cancelliere:

Ursprung Schäuble