Sammlung der Entscheidungen des Schweizerischen Bundesgerichts
Collection des arrêts du Tribunal fédéral suisse
Raccolta delle decisioni del Tribunale federale svizzero

II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 5A.675/2008
Zurück zum Index II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 2008
Retour à l'indice II. Zivilrechtliche Abteilung, Beschwerde in Zivilsachen 2008


Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal

{T 0/2}
5A_675/2008 /biz

Sentenza del 24 novembre 2008
II Corte di diritto civile

Composizione
Giudice federale Raselli, Presidente,
Cancelliere Piatti.

Parti
X.________,
ricorrente,

contro

Comunione dei comproprietari del Condominio Y.________,
opponente.

Oggetto
annullamento di deliberazioni assembleari,

ricorso contro la sentenza emanata il 17 settembre 2008 dalla I Camera civile
del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.

Considerando:
che dopo aver introdotto "un'opposizione" in cui contesta le delibere
dell'assemblea dei comproprietari del Condominio Y.________, il 5 agosto 2008
X.________ è stato invitato dal Pretore del distretto di Lugano a fornire un
anticipo per la tassa di giustizia e le spese di fr. 400.--;
che l'11 agosto 2008 X.________ ha invitato il Pretore a prelevare l'importo
richiesto dalla somma di fr. 19'000.--, depositata in Pretura dal 2002 con
riferimento ad altre due cause vertenti fra le medesime parti;
che il 12 agosto 2008 il Pretore ha respinto tale proposta, X.________ non
risultando poter disporre individualmente di tale importo;
che il 17 settembre 2008 il Tribunale di appello del Cantone Ticino ha
dichiarato irricevibile una "Einsprache" di X.________, siccome diretta contro
un'ordinanza non impugnabile con un ricorso cantonale (art. 11 cpv. 5 della
legge ticinese sulla tariffa giudiziaria e art. 95 cpv. 1 CPC ticinese);
che con "Rekurs/Staatsrechtliche Beschwerde" del 3 ottobre 2008 X.________
chiede al Tribunale federale di ordinare il prelievo dell'anticipo spese di fr.
400.-- dalla somma depositata in Pretura o una sospensione dell'obbligo di
versamento, nonché di essere posto al beneficio dell'assistenza giudiziaria per
la procedura federale;
che con decreto dell'8 ottobre 2008 il Presidente della Corte adita ha respinto
la domanda di assistenza giudiziaria;
che giusta l'art. 42 cpv. 2 LTF nella motivazione del ricorso occorre spiegare
perché l'atto impugnato viola il diritto e che in virtù dell'art. 106 cpv. 2
LTF il Tribunale federale esamina la violazione di diritti fondamentali e di
disposizioni di diritto cantonale e intercantonale soltanto se il ricorrente ha
sollevato e motivato tale censura;
che in concreto il ricorso non rispetta i predetti requisiti di motivazione;
che infatti il ricorrente, pur invocando genericamente il divieto dell'arbitrio
e una violazione del diritto di essere sentito, non spende una parola per
spiegare per quale ragione la decisione pretorile non sarebbe un'ordinanza di
cui il diritto cantonale esclude l'impugnazione;
che pertanto il ricorso, peraltro abusivo, si rivela inammissibile e può essere
deciso dal Presidente della Corte nella procedura semplificata (art. 108 cpv. 1
lett. b e c LTF);
che inoltre il Tribunale federale archivierà senza risposta scritti abusivi (e
segnatamente domande di revisione abusive) analoghi a quelli finora inoltrati
dal ricorrente nella procedura in esame;
che le spese giudiziarie seguono la soccombenza (art. 66 cpv. 1 LTF);

per questi motivi, il Presidente pronuncia:

1.
Il ricorso è inammissibile.

2.
Le spese giudiziarie di fr. 500.-- sono poste a carico del ricorrente.

3.
Comunicazione alle parti e alla I Camera civile del Tribunale d'appello del
Cantone Ticino.

Losanna, 24 novembre 2008

In nome della II Corte di diritto civile
del Tribunale federale svizzero
Il Presidente: Il Cancelliere:

Raselli Piatti