Sammlung der Entscheidungen des Schweizerischen Bundesgerichts
Collection des arrêts du Tribunal fédéral suisse
Raccolta delle decisioni del Tribunale federale svizzero

I. Öffentlich-rechtliche Abteilung, Beschwerde in Strafsachen 1B.676/2011
Zurück zum Index I. Öffentlich-rechtliche Abteilung, Beschwerde in Strafsachen 2011
Retour à l'indice I. Öffentlich-rechtliche Abteilung, Beschwerde in Strafsachen 2011


Bundesgericht
Tribunal fédéral
Tribunale federale
Tribunal federal

{T 0/2}
1B_676/2011

Sentenza del 9 dicembre 2011
I Corte di diritto pubblico

Composizione
Giudice federale Fonjallaz, Presidente,
Cancelliere Crameri.

Partecipanti al procedimento
1. A.________,
2. B.________,
ricorrenti,

contro

Ministero pubblico del Cantone Ticino, Ufficio di Bellinzona, viale S.
Franscini 3, 6501 Bellinzona.

Oggetto
procedimento penale; opposizione al decreto di accusa,

ricorso contro la sentenza emanata il 18 ottobre 2011 dalla Corte dei reclami
penali del Tribunale d'appello
del Cantone Ticino.

Considerando:
che con decreto del 30 maggio 2011 il Procuratore pubblico del Cantone Ticino
ha posto in stato d'accusa dinanzi alla Pretura penale A.________ ritenendolo
colpevole di vie di fatto e di ingiuria;

che con decisione del 18 luglio 2011 il magistrato inquirente ha confermato il
decreto di accusa e ha trasmesso gli atti alla Pretura penale per procedere al
dibattimento;

che con decreto del 13 settembre 2011 il giudice della Pretura penale ha
dichiarato irricevibile l'opposizione inoltrata da A.________ al decreto
d'accusa del 30 maggio 2011 ritenendola tardiva;

che l'interessato ha impugnato detto decreto con un reclamo 23 settembre 2011
dinanzi alla Pretura penale;

che con giudizio del 18 ottobre 2011 la Corte dei reclami penali del Tribunale
d'appello del Cantone Ticino (CRP), alla quale l'impugnativa è stata trasmessa
per competenza, ha respinto il reclamo;

che avverso questa decisione B.________ e A.________ presentano un "ricorso"
alla CRP, che lo ha trasmesso, per competenza, al Tribunale federale;

che non sono state chieste osservazioni al gravame;

che il Tribunale federale esamina d'ufficio se e in che misura un ricorso può
essere esaminato nel merito (DTF 136 II 101 consid. 1);

che alla ricorrente B.________, la quale non ha partecipato al procedimento
dinanzi alla CRP e non è imputata, dev'essere negata la legittimazione a
ricorrere (art. 81 cpv. 1 lett. a e lett. b n. 1 LTF);
che la Corte cantonale ha diffusamente spiegato perché l'opposizione del 28
giugno 2011 al decreto di accusa, notificato per invio raccomandato e non
ritirato entro il settimo giorno dal tentativo di consegna infruttuoso, ossia
il 17 giugno 2011, era tardiva (art. 354 cpv. 1 in relazione con gli art. 85
cpv. 4 lett. a e 90 cpv. 1 e 93 CPP), il secondo invio del decreto d'accusa
effettuato con lettera semplice il 20 giugno 2011 non essendo determinante;
che la CRP ha ricordato che la Pretura penale aveva concesso al ricorrente la
facoltà di esprimersi sulla prospettata tardività;

che al riguardo egli si è tuttavia limitato a rilevare che avrebbe sempre
rispettato il termine di dieci giorni;

che solo dinanzi alla CRP il ricorrente ha poi sostenuto che non avrebbe
trovato nella propria casella postale l'avviso di ritiro dell'invio
raccomandato, affermazione ritenuta dai giudici cantonali non documentata né
dimostrata da alcuna dichiarazione testimoniale o da eventuale corrispondenza
con la Posta, mentre che, per contro, dall'estratto "track & trace" della Posta
l'invio raccomandato litigioso risulta essere stato depositato nella sua
casella il 31 maggio 2011;

che secondo l'art. 42 LTF, il ricorso deve contenere le conclusioni, i motivi e
l'indicazione dei mezzi di prova (cpv. 1) e dev'essere motivato in modo
sufficiente, spiegando nei motivi perché e in che misura l'atto impugnato viola
i diritti fondamentali o norme del diritto cantonale (cpv. 2; DTF 136 I 49
consid. 1.4.1; 133 II 249 consid. 1.4);

che in concreto queste esigenze di motivazione sono manifestamente disattese,
visto che il ricorrente non si confronta del tutto con i citati motivi posti a
fondamento del giudizio impugnato;
che pertanto il ricorso, manifestamente non motivato in modo sufficiente, può
essere deciso sulla base della procedura semplificata dell'art. 108 cpv. 1
lett. b LTF;
che, considerata la situazione finanziaria del ricorrente, si può
eccezionalmente rinunciare a prelevare le spese giudiziarie (art. 66 cpv. 1
LTF);

per questi motivi, il Presidente pronuncia:

1.
Il ricorso è inammissibile.

2.
Non si prelevano spese giudiziarie.

3.
Comunicazione ai ricorrenti, al Ministero pubblico e alla Corte dei reclami
penali del Tribunale d'appello del Cantone Ticino.

Losanna, 9 dicembre 2011

In nome della I Corte di diritto pubblico
del Tribunale federale svizzero

Il Presidente: Fonjallaz

Il Cancelliere: Crameri